CLICCA QUI SE TI PIACE

INNAMORATI DELLA MADONNA DEL SASSOLINO E DEL CUORE DI GESÚ: GOCCE DI LUCE.

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Cari amici, vi invitiamo a recitare il Santo Rosario, in formato mp3, con il nostro caro Giammarco qui www. innamoratidimaria.it
Vi comunichiamo che è online il sito ufficiale "Gocce di luce: Gesù parla ad un'animawww.goccediluce.org e che il libro è in ristampa.
Per le richieste di preghiere scrivete a Miriam info@innamoratidellamadonna.it: un caro saluto da tutto lo Staff e grazie della vostra visita.

VORREI FARE DI QUESTO MESSAGGIO UNA PREGHIERA UNIVERSALE clikka qui anche tu che in questo momento mi stai leggendo e in cuor tuo ha qualcosa da dire. GRAZIE

Benedizione agli amici del FORUM: Per intercessione del Cuore Immacolato di Maria vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo Amen. Don Armando Maria
Domenica V Pasqua C “Amatevi gli uni gli altri!”

 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> LA COMUNITA' DEGLI INNAMORATI DELLA MADONNA E DEL CUORE DI GESU'
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Don Armando Maria
Sacerdote
Sacerdote


Registrato: 13/10/05 19:15
Messaggi: 1791

MessaggioInviato: Sab Apr 23, 2016 8:04 am    Oggetto: Domenica V Pasqua C “Amatevi gli uni gli altri!” Rispondi citando

Ave Maria!
Siamo già quasi a maggio, al bel mese di Maria, e si avvicina anche l’Ascensione del Signore quando Gesù Risorto, vero Uomo e vero Dio, viene glorificato dal Padre: «Ora il Figlio dell'uomo è stato glorificato, e anche Dio è stato glorificato in lui. Se Dio è stato glorificato in lui, anche Dio lo glorificherà da parte sua e lo glorificherà subito”.
E perché il Padre glorifica Gesù Cristo? Perché Egli ha glorificato il Padre sulla terra. E come? Sacrificandosi e immolandosi per la sua gloria e per la nostra salvezza sulla Croce. E questo è il più grande atto di amore che ci sia mai stato sulla terra: amore verso Dio e amore verso l’uomo; è l’amore perfetto, verticale ed orizzontale, a croce dunque! Ed è per questo che Dio Padre glorifica in eterno Gesù Cristo, suo Figlio e nostro Signore, nei Cieli e per sempre. Ed è per questo che oggi Gesù ci parla della sua Passione dolorosa non come una disgrazia, ma come una grazia , come un vero dono di Dio, e come una gloria: una “glorificazione”. Ed è per questo che la Chiesa in quaresima ci ha fatto cantare. “Ave, o Croce, unica speranza! Ave, Croce gloriosa!”. La Croce è sempre gloriosa. “Per Crucem ad Lucem!”. Per mezzo della Croce si entra nella Luce, in quella che illumina ogni uomo: Gesù Cristo, il Signore.
E la nostra croce di ogni giorno, quella feriale di tutti i giorni, come la vediamo? E come la chiameremo? Essa somiglia assai a quella di Gesù, e beati quelli che la sanno comprendere nella fede e la stringono a sé ogni giorno con serenità e pace! Essa, unita a quella di Gesù, ha un valore immenso; e diventa una vera gloria per ognuno di noi adesso e per tutta l’eternità beata. Ma essa a volte è dura, assai amara, e come faremo per addolcire, almeno un po’, il suo legno così aspro, amaro? Se la nostra croce quotidiana la offriamo alla Madonna essa diventerà sempre più dolce e amabile. Maria stava sotto la Croce di Gesù, e non si allontana mai dai suoi figli e dalla nostra croce di ogni giorno, e saremo assai consolati.
Le nostre sofferenze, fratello mio, sorella mia, sono tutte sante e assai preziose agli occhi di Dio, e ci uniscono, ogni giorno e sempre più, a Gesù Crocifisso: soffriamo con Lui, e un giorno moriremo e risorgeremo con Lui, che è Vivo e Risorto. In questo modo somiglieremo anche alla Madonna Addolorata che è la Corredentrice del genere umano: diverremo corredentori insieme a Gesù, che è l’unico Salvatore. La nostra sofferenza umana , unita sempre alla preghiera e all’amore fraterno e alla lode del Signore, è la gloria più bella, la ricchezza più grande per noi cristiani qui sulla terra. Diventiamo proprio come Gesù, e per sempre!
E questa verità oggi ce la confermano, con l’esempio e con la loro Parola santa, anche Paolo e Bàrnaba, che, rianimando i discepoli ed esortandoli a restare saldi nella fede, affermavano che: “è necessario attraversare molte tribolazioni per entrare nel regno di Dio”.
E infine Gesù, prima di salire al Cielo per tornare a Casa, al Padre, ha voluto lasciarci il suo bel testamento: “Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato, cosi amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli, se avrete amore gli uni per gli altri». E’ il Comandamento dell’amore! E la Carità è davvero il prolungamento nei nostri cuori del suo amore (“come Io ho amato voi”, v. 34) e del nostro amore per Lui (“da questo conosceranno che siete miei discepoli”). L’amore verso i fratelli è la prova del nove per vedere se per davvero amiamo il Signore e se gli restiamo fedeli, e non solo a parole, ma con i fatti concreti, come appunto ogni giorno ci sta ricordando il nostro Papa Francesco. E sappiamo che amare i fratelli e accettarli, anche così come sono, spesso è croce dolorosa ed allenamento alla santa pazienza, ogni giorno. Ma, se ci ameremo l’un l’altro, nel Giudizio finale il Re ci dirà: “Venite, benedetti dal Padre mio!”.
Carissimo/a, questa nostra vita terrena è solo di passaggio: essa ci serve come una palestra dove il Padre Celeste ci sta allenando ogni giorno all’amore vero: quello verso Dio e quello verso ogni fratello e sorella. E poi, una volta ben allenati, andremo anche noi in Cielo, e lassù vivremo sempre gioiosi, felici, e ci godremo la perfezione dell’amore eterno di cui abbiamo tutti sempre così tanta sete. Saremo dissetati per sempre, vivendo sempre con Dio Amore, e tutti gioiremo per sempre con Lui e con la Mamma Celeste, con gli Angeli, i Santi, con i parenti e amici tutti; e tutti, in un abbraccio senza fine, glorificheremo il Santo Nome dell’Altissimo, per sempre. Ma già adesso siamo chiamati a lodarlo, a benedirlo e ringraziarlo con tutta l’anima perché “noi siamo il suo popolo e gregge del suo pascolo”, ed egli è il "Dio-con-noi".
Egli già adesso terge ogni lacrima dai nostri occhi, e lassù “non ci sarà più la morte, né lutto, né lamento, né affanno, perché le cose di prima sono passate». Lode e gloria a Te, Signore, alleluia! Vi voglio bene, vi voglio bene nel Signore. Pregate per me! Io prego ogni giorno per ognuno di voi e vi consacro per sempre al Cuore di Gesù e di Maria e vi benedico di vero cuore assieme ai vostri cari, nel loro Santissimo Amore. Buona domenica con tanta pace e gioia nel cuore! (*)

(*) Questa mia povera omelia l’ho scritta per tutti i miei figli spirituali, tra cui sei incluso tu e tutti i miei ex alunni, i miei ex parrocchiani, e anche tutti i miei amici di fb, e ogni fratello o sorelle che Gesù mi ha fatto incontrare in questi miei 49 anni di vita monastico e sacerdotale a:
- Casal Palocco (prima esperienza pastorale 1967-6Cool e Infernetto – San Silvestro Abate in Fabriano - San Vincenzo in Bassano Romano, - Saluggia (Vc), - Giulinova, - Chia –Santarello presso Soriano nel Cimino sulla Via Ortana, - Nazzano Romano (tanti tanti cari bravi ragazzi…), - Locri e ad Africo Nuovo, - Alta Valle Maggia (Svizzera Ti): Cavergno, Bignasco, Brontallo, Fusio…, - Mugnano di Lucca - Corfino e Canigiano in Alta Garfagnana (Lucca), - Roma nella parrocchia di N. S. di Czestochowa, - Matelica, e nella parrocchia della Madonna delle Grazie a Braccano di Matelica, dove sono Amministratore parrocchiale presentemente.
E ad ognuno di voi oggi voglio scrivere, e con il cuore:
Ave Maria! Carissimo/a, ti voglio dire che ti penso sempre: prego per te, ti porto sempre nel cuore come mio vero figlio, e figlia spirituale. Infatti il sacerdote resta sempre Padre, e i figli sono sempre figli. Sinceramente ti devo dire che sarei voluto rimanere sempre con te, e per tutta la vita, perché mi son trovato assai bene con te, e con voi tutti; ma il Signore ha disposto altrimenti, e che Lui sia sempre lodato! Ti voglio assicurare, nel suo Santo Nome, che un giorno ci rincontreremo tutti e che staremo tutti assieme in Cielo, e per sempre, dove saremo giovani in terno, e risorti in Cristo Gesù. Ma prima di rincontrarci tutti insieme Lassù, spero di poterti rivedere, almeno ogni tanto, ancora quaggiù.
- Carissimo/a, la Mamma Celeste vuol salvare tutti i suoi figli e figlie, e anche te e me. E allora abbandoniamoci con fiducia di figlio/a al suo amore di Mamma e rinnoviamo, anche ogni giorno, la consacrazione personale al suo Cuore Immacolato e Addolorato, ed Ella ci offre e ci consacra sempre al Cuore Eucaristico di Gesù e ci fa innamorare sempre più di Lui. E allora, se vuoi, ogni giorno perciò ripetiamo, con il cuore, questa semplice preghiera che ho scritto anche per te:
“O Maria, io mi consacro per sempre al tuo Cuore Immacolato e Addolorato. Coprimi con il tuo santo Manto. Sii la Regina della mia casa e della mia vita. Stammi sempre vicino! Prega Gesù per me e per tutti i miei cari, sia vivi che defunti. Amen”.
- E ti devo dire anche una cosa bella, importante: tra i messaggi meravigliosi della Regina della pace ce n’è uno che prediligo, ed è quello del giorno di Natale del 1997. Ecco, la Madonna ci dice:
“Cari figli, anche oggi gioisco con voi e vi invito al bene. Desidero che ognuno di voi mediti e porti la pace nel cuore e dica: “Io desidero mettere Dio al primo posto nella mia vita”. Cari figlioli, ognuno di voi diventerà Santo.
Dite, figlioli, ad ognuno: “Ti voglio bene!”. E questi vi ricambierà con il bene. Ed il bene, figlioli, dimorerà nel cuore di ogni uomo.
Stasera, figlioli, vi porto il bene di mio Figlio, che ha dato la sua vita per salvarvi. Perciò, figlioli, gioite e tendete le mani a Gesù , che è solo Bene.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata!”. E’ il messaggio della Regina della pace ha dato a Marja e a Jakov il giorno di Natale 1997.
- Sappi infine che Gesù e la Mamma del Cielo ti amano assai, ti proteggono e ti benedicono sempre. E anche io ti voglio bene e ti benedico nel loro Santissimo Amore. Tvb, e ti affido, assieme a tutti i tuoi cari, e ti consacro ancora, ogni giorno, al Cuore Eucaristico di Gesù e al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, nostra Madre, affinché tu possa vivere bene, assieme a tutti loro, la vita di fede cristiana per la salvezza dell’anima nostra. Io prego per voi, e vi chiedo un preghiera anche per me.
Ti voglio bene, ti abbraccio e ti benedico, assieme ai tuoi cari, in Gesù e Maria.
Don Armando (d. Raffaele) Maria Loffredi o.s.b. silv.
donarmando@silvestrini.org

P. S. Ti offro la mia amicizia su fb dove scrivo anche per te ogni giorno, e anche l’omelia domenicale, per aiutarci vicendevolmente a crescere sempre meglio nella vita cristiana che ci rende davvero liberi e ci porta alla salvezza eterna dove un giorno ci rincontreremo e vivremo tutti assieme per sempre: https://www.facebook.com/don.maria.5
- Scrivo per te e per voi tutti, anche sul sito: Gli innamorati della Madonna: http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewforum.php?f=148
- Infine sto pubblicando, mese per mese, le meravigliose “GOCCE DI LUCE – Gesù parla ad un’anima”, che troverai, cliccando su internet: http://www.goccediluce.org/
https://gloria.tv/media/ZsetLf7xu69
Pace e gioia sempre, e a tutti!

-Ed ecco ora la Santa Parola di Dio di oggi con il bel commento sapienziale del caro don Carlo De Ambrogio, fondatore del Gam (gioventù ardente mariana), che è stato un vero uomo di Dio e sacerdote santo. Ho avuto la grazia di conoscerlo e di seguirlo, per ben 4 anni, assieme ai miei ragazzi della scuola negli anni ’70 a Roma nei bei Cenacoli Gam:

Prima Lettura
Dagli Atti degli Apostoli (14,20-26 [gr. 21-27])
In quel tempo, Paolo e Bàrnaba ritornarono a Listra, Icònio e Antiòchia, rianimando i discepoli ed esortandoli a restare saldi nella fede poiché, dicevano, è necessario attraversare molte tribolazioni per entrare nel regno di Dio.
Costituirono quindi per loro in ogni comunità alcuni anziani e dopo avere pregato e digiunato li affidarono al Signore, nel quale avevano creduto.
Attraversata poi la Pisidia, raggiunsero la Panfìlia e dopo avere predicato la parola di Dio a Perge, scesero ad Attalia; di qui fecero vela per Antiòchia là dove erano stati affidati alla grazia del Signore per l'impresa che avevano compiuto.
Non appena furono arrivati, riunirono la comunità e riferirono tutto quello che Dio aveva compiuto per mezzo loro e come aveva aperto ai pagani la porta della fede.
* Paolo e Barnaba avevano intrapreso, come missionari inviati dallo Spirito Santo e dalla chiesa di Antiòchia (At 13,1-4), un viaggio di evangelizzazione che li aveva condotti nell'isola di Cipro, poi in Asia Minore, nella regione della quale Antiòchia di Pisidia era un centro d'irraggiamento.
* Al ritorno rendono conto alle autorità della chiesa di Antiòchia del risultato del loro apostolato (vv. 26-27). Essi riferiscono in particolare come avevano fondato e consolidato le chiese, e come avevano accettato nuove reclute venute dal paganesimo.
* Dal momento che vivevano in un ambiente di un indirizzo religioso e filosofico del tutto diverso, era necessario esortare i convertiti cristiani dell'Asia Minore a «restar saldi nella fede» (At 14,22). Perseverare nella fede significa, qui, guardarsi bene dall'interpretare le verità di fede in modo arbitrario e caparbio, non cadere in un eclettismo cristiano, nel quale la professione di un articolo di fede trovi posto accanto alla negazione di altri. «Perseveranza nella fede» non è altro che fedeltà alla fede della Chiesa, «colonna e fondamento della verità» (1Tm 3,15).
* «E necessario attraversare molte tribolazioni per entrare nel regno di Dio» (At 14,22). Il regno di Dio si realizza soltanto nella sequela della croce. Cristo ha portato al mondo la salvezza non con un imponente attivismo, bensì tramite la kénosis dell'ubbidienza sino alla morte in croce (Fil 2,7-Cool.
* Già si profilano i primi contorni dell'organizzazione ecclesiale. «Costituirono quindi per loro in ogni comunità alcuni anziani dopo aver pregato e digiunato» (At 14,23). A guidare le chiese da lui fondate in oriente e a prendere in esse le decisioni, Paolo stabiliva, previa imposizione delle mani, delle persone anziane.

Salmo Responsoriale (dal Salmo 144)
Benedirò il tuo nome per sempre, Signore. 6
Paziente e misericordioso è il Signore,
lento all'ira e ricco di grazia.
Buono è il Signore verso tutti,
la sua tenerezza si espande su tutte le creature.
Ti lodino, Signore, tutte le tue opere
e ti benedicano i tuoi fedeli.
Dicano la gloria del tuo regno
e parlino della tua potenza.
Manifestino agli uomini i tuoi prodigi
e la splendida gloria del tuo regno.
Il tuo regno è regno di tutti i secoli,
il tuo dominio si estende ad ogni generazione.

Seconda Lettura
Dal libro dell'Apocalisse di San Giovanni Apostolo (21,1-5)
Io, Giovanni, vidi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il cielo e la terra di prima erano scomparsi e il mare non c'era più.
Vidi anche la città santa, la nuova Gerusalemme, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. Udii allora una voce potente che usciva dal trono:
«Ecco la dimora di Dio con gli uomini!
Egli dimorerà tra di loro
ed essi saranno suo popolo
ed egli sarà il "Dio-con-loro".
E tergerà ogni lacrima dai loro occhi;
non ci sarà più la morte,
né lutto, né lamento, né affanno,
perché le cose di prima sono passate».
E Colui che sedeva sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose».
* Giovanni, il veggente di Patmos, è il grande futurologo della cristianità. Egli ricava il senso delle tribolazioni attuali guardando agli eventi della fine dei tempi. Per lui il futuro è uno strumento che serve a orientarsi nel presente e a interpretarlo.
* La nuova realtà, «la nuova Gerusalemme», sta completamente al di fuori del raggio d'azione umana. Essa è un dono che proviene dall'alto, «che scende dal cielo, da Dio» (Ap 21,2). L'incarnazione del Figlio, divenuto fratello degli uomini, trova il suo compimento e coronamento nel fatto che l'uomo vien reso partecipe dell'amicizia e dell'amore di Dio, che non verranno mai più disdetti: «Egli (Dio) dimorerà tra di loro» (Ap 21,3). E così tutti i dialoghi e tutti gli incontri, che Dio ha attuato assieme agli uomini nel corso della storia, avranno raggiunto il compimento finale, poiché allora non ci saranno più disarmonie tra Dio e gli uomini. * Non vi saranno più né lacrime né lutto: all'angoscia della morte si sostituirà la gioia della risurrezione (Eb 2,15). Dio (colui che è assiso in trono) conclude dicendo: «Tutto è rinnovato».

Canto al Vangelo
Alleluia, alleluia, alleluia.
Vi do un comandamento nuovo, dice il Signore:
che vi amiate a vicenda, come io ho amato voi.
Alleluia.

Vangelo
† Dal vangelo secondo Giovanni (13,31-33.34-35)
Quando Giuda fu uscito [dal cenacolo], Gesù disse: «Ora il Figlio dell'uomo è stato glorificato, e anche Dio è stato glorificato in lui. Se Dio è stato glorificato in lui, anche Dio lo glorificherà da parte sua e lo glorificherà subito.
Figlioli, ancora per poco sono con voi. Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato, cosi amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli, se avrete amore gli uni per gli altri».
* La partenza di Giuda permette a Gesù confidenze ed effusioni psicologicamente impossibili in presenza del traditore. La pericope ci pone su tre piste convergenti: la gloria della passione (vv. 31-32), l'angoscia delle separazioni (v. 33), la novità della legge evangelica (vv. 34-35). Tutto questo è colorato dalla prospettiva dell'ultimo addio di Gesù.
* Il testamento, che Gesù lascia ai suoi prima di partire, è il nuovo comandamento della carità. La novità di questo amore è fondata nella sua identità con Gesù, che è nello stesso tempo il dono e il donatore. Non si può accettare il dono, senza accogliere anche il donatore. Questo distingue l'amore cristiano ed evangelico da qualsiasi altro sentimento di umanità e di solidarietà.
* La comunità di coloro che vivono questo nuovo comandamento rappresenta nel cosmo un nuovo mondo. Essa ha ricevuto un nuovo inizio e costituisce la sfera d'azione del Signore glorificato. La fede è proposta a tutto il cosmo; questo deve riconoscere nella comunità cristiana la vita del Signore e accoglierne il messaggio con fede.
* La carità è un prolungamento nei nostri cuori dell'amore del Cristo per noi (come io ho amato voi, v. 34) e del nostro amore per il Cristo (da questo conosceranno che siete miei discepoli, v. 35). La sola sensibilità naturale resta molto lontana dall'amore soprannaturale dei nostri fratelli, che è quello richiesto da noi. Amarli per se stessi (nella situazione concreta in cui si trovano e nella loro condizione personale determinata) non impedisce che siano amati in Dio e nel Cristo.

SPUNTI DI RIFLESSIONE
Dio fa tutto nuovo
Tutto il cosmo sarà rinnovato, con una novità che comporta però una morte radicale (le cose di prima sono scomparse). L’uomo, nella sua condizione terrena non può essere spettatore degli interventi diretti di Dio; una rottura deve dunque avvenire perché faccia irruzione la novità di Dio, la risurrezione.
Il Cielo è la massima realizzazione dell’uomo. Non la terra, perché nella dimensione opaca della corporeità è impossibile realizzare il sogno di ogni uomo, promesso da Gesù: l’essere-in (Gv 17, 26). Sulla terra anche le relazioni più intime si riducono ad un puro essere-con; l’amore nuziale realizzato nell’Agnello-Gesù crea comunione, crea fusione. Ma per realizzare questa unità occorre morire, assumere una nuova dimensione, quella del Risorto.
Dio fa tutto nuovo, non dal nulla, ma trasfigurando l’essere finito e infondendogli lo Spirito Santo che è la caparra dell’eternità. Il più grande peccato della nostra società verso l’uomo è quello di fargli dimenticare il Cielo, la soluzione ultima e definitiva di tutto, e di fargliela ricercare angosciosamente o freneticamente in un indefinito e caotico vagare terrestre.
«Vi do un comandamento nuovo»
Gesù lascia il «suo testamento»: è un comando nuovo e suo. Nuovo, perché donato mentre la Nuova Alleanza di Dio con gli uomini sta per essere firmata nel suo Sangue (Lc 22,20); suo (Gesù stesso lo definisce così: 15,12) perché dovrà contraddistinguere l’amore dei discepoli e perché dà la misura e la qualità dell’amore per i fratelli che è in Gesù stesso («amatevi come io ho amato voi»). Nella teologia di S. Giovanni l’amore scambievole è in intimo rapporto col mistero eucaristico e trinitario: Io-in-loro e tu-in-me perché siano perfetti, consumati nell’unità (cfr 17,23).

LA PAROLA PER ME OGGI
La carità è un prolungamento nei nostri cuori dell’amore di Gesù per noi («come io ho amato voi») e del nostro amore per Gesù («da questo conosceranno che siete miei discepoli»). La sola sensibilità naturale resta molto lontana dall’amore soprannaturale dei nostri fratelli che è quello richiesto da noi. Amarli per se stessi (nella situazione concreta in cui si trovano e nella loro condizione personale determinata) non impedisce che siano amati in Dio e nel Cristo.

LA PAROLA SI FA PREGHIERA
O Dio, che nel Cristo tuo Figlio rinnovi gli uomini e le cose, fa’ che accogliamo come statuto della nostra vita il comandamento della carità, per amare te e i fratelli come tu ci ami, e così manifestare al mondo la forza rinnovatrice del tuo Spirito.


Cenacolo GAM | Chi Siamo | La "Comunità Consacrati del GAM"
www.cenacologam.it
Sito ufficiale del Cenacolo GAM

GOCCE DI LUCE – Gesù parla ad un’anima:
Carissimi/e, vi consiglio di leggere anche -GOCCE di LUCE – Gesù parla ad un’anima: Presentazione -
Ave Maria! Questi insegnamenti spirituali li ricopio, mese per mese, letteralmente, così come sono stati scritti nel quaderno di una mamma di famiglia, che è casalinga. Ella vive in povertà e nel totale nascondimento. Si tratta di locuzioni interiori, di cui ella viene privilegiata, da anni. Gesù le parla al cuore durante il ringraziamento alla Santa Comunione Eucaristica, e la chiama:”mia piccola Maria”. Le parole di Gesù le giungono come Gocce di luce, e in una grande pace, nel cuore. Poi ella scrive tutto sul suo quaderno, e in fretta, perché a casa deve preparare la cena per la sua famiglia.
Questo dono non è soltanto per suo beneficio spirituale, ma è per la Chiesa, è per tutti, e specialmente per noi sacerdoti. E’ per questo che mi sono deciso, dopo aver pregato, riflettuto e dopo essermi consigliato, a farlo conoscere.
Quest’anima la seguo spiritualmente da più di 10 anni, e posso garantire, davanti a Dio e alla mia coscienza, sulla sua sincerità, sulla sua vita cristiana. Le Gocce di luce, volta per volta, vengono sempre consegnate regolarmente alla Santa Madre Chiesa.

”Gocce di luce - Gesù parla ad un’anima” Presentazione: http://www.goccediluce.org/forum/viewtopic.php?t=8992&sid=5f67e397b0c86f5a7fe7c399d4c661ad
-Sito ufficiale internet di "Gocce di luce – Gesù parla ad un'anima": http://www.goccediluce.org/

-Gocce di luce su Facebook: Gocce di luce e don Armando Maria: http://www.facebook.com/don.maria.5

-GOCCE di LUCE – Gesù parla ad un'anima: INDICE GENERALE http://www.goccediluce.org/indice.php http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=11450

GOCCE DI LUCE - AUDIO https://www.youtube.com/channel/UClsjWtr__pKQ9kb_yv2F2Yg


GOCCE DI LUCE – Gesù parla ad un’anima http://gloria.tv/?user=221045

Ave Maria! Gocce di luce – Gesù parla ad un'anima - Ecco come fare per acquistare alcuni volumi di Gocce di luce: http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=11197

-Gesù parla ad un’anima - Gocce di luce http://legoccediluce.blogspot.it/

-GOCCE di LUCE e il CUORE IMMACOLATO di MARIA http://www.goccediluce.org/gocce_cuoreimmacolato.php

- Carissimo/a, sappiamo che la Santa Chiesa, dopo le grandi prove, è destinata a trionfare e ciò avverrà tramite il Cuore Immacolato di Maria. Lo ha detto la Madonna a Fatima: “Finalmente il mio Cuore Immacolato trionferà e ci sarà la pace!”. E le Gocce di luce che dicono al riguardo?... Ecco qui una bella raccolta di Gocce di luce mariane che ci illuminano sul mistero di Maria e del suo Cuore di Mamma al quale vi affido e vi consacro per sempre:
http://www.goccediluce.org/gocce2013_maggio.php
31 maggio 2009 "Cosa è il trionfo del Cuore Immacolato di Maria se non la vita nuova che si vivrà sulla terra nello Spirito Santo? http://www.goccediluce.org/gocce_cuoreimmacolato.php


Ave Maria! GOCCE di LUCE e il Rosario:
http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=11940


• Gocce di luce nel Forum Innamorati della Madonna e del Cuore di Gesù: http://www.goccediluce.org/forum/viewforum.php?f=144


• Gocce di luce su Gloria tv: gloria.tv
http://gloria.tv/?media=293044
http://gloria.tv/?media=320090
http://it.gloria.tv/?media=164312
http://gloria.tv/?media=301833

GOCCE DI LUCE – Gesù parla ad un’anima - giugno 2013 “Venite al tabernacolo! Sono l'Innamorato che arde di nostalgia ed attende con trepidazione l'arrivo dell'amato!” http://www.goccediluce.org/gocce2013_giugno.php
GOCCE DI LUCE – Gesù parla ad un’anima - luglio 2013 – “San Benedetto ha dato dei fondamenti semplici, basilari, acquisibili da tutti nel vivere questa chiamata che non appartiene solo ai monaci” - http://www.goccediluce.org/gocce2013_luglio.php

Agosto 2013 – “Preparatevi al combattimento, preparatevi alla persecuzione poiché, per la mia Parola di salvezza, vi faranno guerra!” - http://www.goccediluce.org/gocce2013_agosto.php

-Gocce di luce – Gesù parla ad un’anima:7 dicembre 2011 "Tuffatevi nelle acque di Maria!" http://www.goccediluce.org/gocce2011_dicembre.php

8 dicembre 2011
"Maria è: "la Tutta Incarnata in Dio ed è l'Incarnante dei suoi figli"
http://www.goccediluce.org/gocce2011_dicembre.php

GOCCE di LUCE - Gesù parla ad un'anima - settembre 2013 http://www.goccediluce.org/gocce2013_settembre.php "I venti impetuosi della guerra, per la preghiera, si placheranno, ma poi torneranno di nuovo ad innalzarsi a causa dell'uomo"

GOCCE DI LUCE - ottobre 2013 “Mai come in questo periodo il messaggio di Fatima è attuale, non superato, e ancora non compiuto, come invece molti affermano” http://www.goccediluce.org/gocce2013_ottobre.php

GOCCE di LUCE – Gesù parla ad un’anima - Novembre 2013 "La Madonna è fondamentale nel cammino dell'esistenza del cristiano; non potete da soli. Io stesso, nella mia umanità, ne ho fatto ricorso e ne ho avuto bisogno" http://www.goccediluce.org/gocce2013_novembre.php

Ave Maria! GOCCE di LUCE – AUDIO… http://www.youtube.com/watch?v=-0ed-WJlw2Q&feature=youtu.be

Gocce di luce – Gesù parla ad un’anima - La fine di questo tempo malvagio e la rinascita dell’umanità: 27 giugno 1996 "Io ritorno nel mio Amore e nella mia Giustizia… In quelli che vi sembreranno giorni terribili non uscite di casa" http://www.goccediluce.org/gocce1996_giugno.php
7 dicembre 2008
"Lei raduna il 'piccolo resto', rimasto fedele e vi aiuta" http://www.goccediluce.org/gocce2008_dicembre.php
24 gennaio 2009 "Io sono la Misericordia, ma anche la Giustizia" http://www.goccediluce.org/gocce2009_gennaio.php
30 settembre 2009 "La terra verrà attaccata dal diavolo fortemente" http://www.goccediluce.org/gocce2009_settembre.php

9 novembre 2009 "La Croce apparirà, in alto nei Cieli, radiosa e splendente" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php

13 novembre 2009 "Ci sarà una spaccatura nell'umanità: che segue il bene e chi il male" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php

15 novembre 2009
"Ora viene la fine di questo tempo malvagio" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php

16 novembre 2009
"Gli uomini non comprendono più il senso del bene e del male" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php

25 novembre 2009
"Essere cristiani, figlia mia, comporta la persecuzione" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php

13 maggio 2010
"Egli sa che il messaggio di Fatima non è stato compiuto" http://www.goccediluce.org/gocce2010_maggio.php

16 maggio 2010 "Verrò con una nuova discesa dello Spirito Santo,
che avvolgerà il mondo” http://www.goccediluce.org/gocce2010_maggio.php
17 giugno 2010
"Tornerà, tornerà Elia con il suo fuoco…" http://www.goccediluce.org/gocce2010_giugno.php
29 giugno 2010
"Gli inferi non prevarranno!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_giugno.php3 luglio 2010
"Tornerò, figlia mia! Mi sono posto in cammino per raggiungervi" 13 luglio 2010
"Guai a te, oggi, Roma, guai a te, Gerusalemme!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
29 luglio 2010
"Questo libro è mia opera e sarà segno di divisione" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php30 luglio 2010
"Questo libro farà un gran bene" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
31 luglio 2010
"E Io sarei un 'guaio? La mia Parola può essere e portare guai?!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
25 novembre 2010
"La vostra liberazione è vicina! La Babilonia, la grande, sta per cadere" http://www.goccediluce.org/gocce2010_novembre.php
10 dicembre 2010
Voi dite: "Signore, ci vogliono segni grandiosi, portentosi…!".
Io vi dico: "Verranno anch'essi!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_dicembre.php
15 dicembre 2010
"Ancora tornerò sulla terra per proclamare che il Signore è presente" http://www.goccediluce.org/gocce2010_dicembre.php
26 dicembre 2010
"Verranno i nuovi tempi in cui ci sarà la rinascita dell'umanità" http://www.goccediluce.org/gocce2010_dicembre.php

-Carissimo/a, Papa Francesco è un vero dono della Madonna. Egli è molto amato ma anche assai contrastato… sosteniamolo con la nostra preghiera!

-14 marzo 2013 "La Madonna…, con il Cuore in mano e, con lacrime, ha implorato l'Altissimo che desse deroga alla Chiesa" http://www.goccediluce.org/gocce2013_marzo.php
-17 marzo 2013
"Accogliete la parola di questo Papa che ha il compito di traghettare questa umanità
dal peccato alla Misericordia di Dio" http://www.goccediluce.org/gocce2013_marzo.php
-19 marzo 2013
"Questo Papa è anche frutto di San Giuseppe di cui egli ha una devozione tenerissima...
San Giuseppe infonde a lui doti della sua amabile paternità” http://www.goccediluce.org/gocce2013_marzo.php

-Gocce di luce - Gesù parla ad un'anima: Marzo 2014 "Abbeveratevi di queste Gocce che si fanno, una unita all'altra, non solo sorgente, ma fiumi di Grazia"
http://www.goccediluce.org/gocce2014_marzo.php

- Aprile 2014 "In questo mondo di oggi l'umanità si è pervertita,
si è prostrata in adorazione della bestia rivestita d'oro.
Cos'è quest'oro se non l'idolo del denaro?" http://www.goccediluce.org/gocce2014_aprile.php

-GOCCE DI LUCE E PAPA FRANCESCO:
http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=11695

GOCCE DI LUCE – gennaio e febbraio 2016
http://www.goccediluce.org/gocce2016_febbraio.php

-LA SACRA SCRITTURA COMMENTATA dal Servo di Dio don Dolindo Ruotolo:
- 1 – Prima di leggere la Bibbia (don Dolindo Ruotolo) http://www.innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=12680
– 2 - Prefazione di don Dolindo: http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=12653
- 3 – Introduzione: http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=12654
- 4 – Introduzione generale al Pentateuco e al Genesi: http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=12655
- 5 – IL GENESI – capitolo I http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?p=131316#131316

FATIMA: i canti bellissimi del Santuario http://www.servizioapostolatofatimasabina.it/
_________________
Gesù e la Mamma Celeste vi amano assai e vi benedicono; e anche io, nel loro Santissimo Amore vi voglio bene e vi benedico per intercessione del Cuore Immacolato di Maria: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Don Armando Maria
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> LA COMUNITA' DEGLI INNAMORATI DELLA MADONNA E DEL CUORE DI GESU' Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group