CLICCA QUI SE TI PIACE

INNAMORATI DELLA MADONNA DEL SASSOLINO E DEL CUORE DI GESÚ: GOCCE DI LUCE.

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Cari amici, vi invitiamo a recitare il Santo Rosario, in formato mp3, con il nostro caro Giammarco qui www. innamoratidimaria.it
Vi comunichiamo che è online il sito ufficiale "Gocce di luce: Gesù parla ad un'animawww.goccediluce.org e che il libro è in ristampa.
Per le richieste di preghiere scrivete a Miriam info@innamoratidellamadonna.it: un caro saluto da tutto lo Staff e grazie della vostra visita.

VORREI FARE DI QUESTO MESSAGGIO UNA PREGHIERA UNIVERSALE clikka qui anche tu che in questo momento mi stai leggendo e in cuor tuo ha qualcosa da dire. GRAZIE

Benedizione agli amici del FORUM: Per intercessione del Cuore Immacolato di Maria vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo Amen. Don Armando Maria
Domenica XXI C “Sono pochi quelli che si salvano?”

 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> LA COMUNITA' DEGLI INNAMORATI DELLA MADONNA E DEL CUORE DI GESU'
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Don Armando Maria
Sacerdote
Sacerdote


Registrato: 13/10/05 19:15
Messaggi: 1791

MessaggioInviato: Dom Ago 21, 2016 5:36 am    Oggetto: Domenica XXI C “Sono pochi quelli che si salvano?” Rispondi citando

Siano lodati Gesù e Maria!
Carissimi/e, sono stato a Medjugorje per il festival dei giovani... è stata una meraviglia, e mi ha lasciato tanta gioia nel cuore: grazie, Mamma! Ho pregato per tutti voi, e qui vi voglio raccontare tutto, perché vi voglio bene, e perché amiate sempre più la Madonna sempre più, la nostra Bella Mamma del Cielo che vi ama assai, vi protegge, e vi benedice assieme alle vostre care famiglie. E anche io vi voglio bene e vi benedico in Gesù e Maria (continua....). http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=12768 Vi auguro una buona e santa domenica, vi porto sempre nel cuore e nella preghiera, vi benedico in nome di Gesù e di Maria e invoco sopra di voi lo Spirito Santo perché illumini sempre più le vostre menti e infiammi i vostri cuori con l’amore di Dio e dei fratelli: Vieni, Spirito Santo, vieni per mezzo del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, tua Sposa amatissima!
Nel santo Vangelo di oggi un uomo domanda a Gesù: “Sono pochi quelli che si salvano?” E io mi salverò? E’ una domanda che ogni cristiano si fa, e anche io. Una cosa è certa: “Dio vuole tutti salvi” perché Egli è Padre pieno d’amore e vuole che tutti i suoi figli siano salvati. E infatti Isaia oggi ci dice che “ Il Signore verrà a radunare tutte le genti e tutte le lingue”. Essi verranno e vedranno la sua gloria e verranno segnati con il Segno. E tutti sappiamo che il Segno, l’unico Segno di salvezza, è il Tau: è la Santa Croce che è il Segno d’amore di Gesù Cristo, morto in Croce per la salvezza di tutti. E chi è segnato con il Tau sarà salvo. E chi sarà che verrà segnato per sempre con il sigillo a fuoco del Tau? Chi è vero cristiano credente in Cristo e praticante! Infatti il vero credente accoglie la Santa Croce di Gesù, ne bacia le Santissime Piaghe e desidera somigliargli in tutto, portando con gioia la sua croce di ogni giorno. Così il Tau, la Croce santa verrà impressa, a caratteri di fuoco ardente sulla sua fronte e resterà indelebile per sempre.
Sì, è vero: Dio vuole che tutti ci salviamo, ma la salvezza dipende anche dalla nostra libera scelta perché Dio ci lascia liberi di decidere; e questa nostra vita terrena serve proprio per la nostra decisione definitiva: o il bene o il male, o Dio o satana, o il Paradiso o l’inferno. Si salverà solo chi sceglierà per davvero Gesù Cristo come Signore della propria vita e Lo seguirà con amore nella via crucis della vita di ogni giorno, portando la croce di ogni giorno.
E oggi Gesù nel Vangelo ci ammonisce: State attenti! ”Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, Io vi dico, cercheranno di entrare, ma non ci riusciranno”.” E quanto è stretta questa Porta che ci aprirà per sempre il Cielo? La porta del Cielo è stretta come il legno della Croce (due pali incrociati) che portò sopra di sé il Corpo martoriato di Gesù. E’ Lui a Porta Santa, la porta giubilare della Misericordia del Padre che ci apre il Cielo. Gesù è la “Porta dell’Ovile di Dio”, è la Porta per entrare in Paradiso, la porta della felicità senza fine. E solo attraverso di Lui ci salveremo, seguendo il suo divino Insegnamento. Non esiste altro passaggio per il Cielo. E’ un passaggio stretto perché richiede la Croce e il rinnegamento di sé stessi. E in tal modo si diventa veri, autentici suoi discepoli in cammino verso il Calvario e fino alla morte e poi alla risurrezione, fino al Cielo ove Egli siede alla destra del Padre.
Seguire Cristo comporta perciò accogliere anche la sofferenza, le prove della vita, che la gente chiama i castighi di Dio. Essi sono richiami paterni, sono purificazioni spirituali, come leggiamo oggi nella seconda lettura. E come un papà corregge suo figlio affinché egli cammini sempre meglio sulla retta via, così fa Dio Padre con noi, che siamo suoi figli e figlie in Cristo.
Sappiamo che Gesù Cristo è l’unico Mediatore tra noi e il Padre, è l’unica salvezza nostra. Egli è l’unico Salvatore. E chi Lo accoglie per davvero nella propria vita terrena entrerà un giorno con Lui nell’eterno Banchetto d’amore in Cielo. E quando saremo arrivati lassù Egli ci farà sedere a Mensa assieme con Lui e ci servirà, Lui in persona!
Gesù oggi dunque ci esorta: “Sforzatevi di entrare per la porta stretta perché molti, Io vi dico, cercheranno di entrare, ma non ci riusciranno. Quando il Padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta voi, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta , dicendo; ‘Signore, aprici!’. Ma Egli vi risponderà: ‘Non so di dove siete”’ Allora incomincerete a dire: ‘Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e Tu hai insegnato nelle nostre piazze (chiese)’. Ma Egli vi dichiarerà: ‘Voi, non so di dove siete. Allontanatevi da Me, voi tutti operatori di ingiustizia!’. Là ci sarà “pianto e stridore di denti”. E cioè là sarà l’inferno dove regna satana!
Noi dunque stiamo scegliendo, giorno dopo giorno, il nostro destino eterno: saremo eternamente salvi, o per sempre dannati. In nome di Dio decidiamoci per la scelta giusta perché ne va di mezzo la nostra salvezza e felicità eterna. Chi segue Gesù Cristo (ma non solo a parole!) sarà salvo. Aggrappiamoci dunque a Lui con tutte le forze, con tutta l’anima, e amiamolo, sempre più, con tutto il cuore, con tutta la mente, e con tutto il nostro essere, e amiamo per amor suo i nostri fratelli e sorelle. Amiamo la Chiesa, amiamo tutti e a rota libera! Allora certamente Egli ci aprirà, già da subito, la porta del suo divin Cuore, e poi anche la Porta del Paradiso, quando andremo in Cielo. E sarà la Madonna ad accompagnarci, tenendoci per mano, fino all’apertura del Cuore di Gesù e fino alla soglia del Paradiso: ci condurrà nel trono di gloria preparato per noi fin dall’eternità. Vivremo per sempre nella Casa del Padre e vivremo tutti felici e spensierati, immersi nella Luce in uno splendore eterno. Allora saremo tutti pieni di gioia nell’eterna pace, e vivremo, tutti assieme, nell’eterno Amore. Vvb e vi benedico in Gesù e Maria. Pace e gioia! (*)

(*) Carissimo /a, questa mia povera omelia l’ho scritta per te e per tutti i miei cari figli spirituali, tra cui sono inclusi tutti i miei amici di fb, e ogni mio ex parrocchiano/a, i miei ex alunni, e quei fratelli e sorelle che Gesù mi ha fatto incontrare in questi miei 50 anni di vita sacerdotale in qualità di parroco o di vicario parrocchiale, (*) o di animatore dei ragazzi a Bassano Romano, a Saluggia, a Giulianova. E non li considero come degli ex parrocchiani o ex alunni, ma come veri figli spirituali di adesso perché l’anima non invecchia mai:
Miei cari/e, vi voglio dire a tutti che vi penso sempre: prego per ognuno di voi, vi porto sempre nel cuore come miei veri figli e figlie spirituali. Infatti il sacerdote, il parroco, resta sempre Padre, e i figli sono sempre figli. Perciò io vi considero veri figli e figlie nello Spirito, anche se siamo stati assieme solo per qualche tempo o per pochi anni. Sinceramente vi devo dire che sarei voluto rimanere sempre con voi, e per tutta la vita, perché mi son trovato assai bene con voi; ma il Signore ha disposto altrimenti, e che Lui sia sempre lodato! Vi voglio assicurare, nel suo Santo Nome, che un giorno ci rincontreremo tutti e che staremo tutti assieme in Paradiso per sempre. Dove saremo giovani in terno, e risorti in Cristo. Ma prima di rincontrarci tutti insieme Lassù, spero di potervi rivedere, almeno qualche volta, ancora quaggiù.
Ricordatevi che la Mamma Celeste vuol salvare tutti i suoi figli e figlie, e anche te e me. E allora abbandoniamoci con fiducia di figlio/a al suo amore di Mamma e rinnoviamo, anche ogni giorno, la consacrazione personale al suo Cuore Immacolato e Addolorato, ed Ella ci consacra al Cuore di Gesù e ci fa innamorare sempre più di Lui. E ogni girono ricordiamoci di salutarla con qualche Ave Maria e consacriamoci al suo Cuore di Mamma Buona e Santa, dicendole con cuore di figli:
“O Maria, io mi consacro per sempre al tuo Cuore Immacolato e Addolorato. Coprimi con il tuo santo Manto. Sii la Regina della mia casa e della mia vita. Stammi sempre vicino! Prega Gesù per me e per tutti i miei cari, sia vivi che defunti. Amen”.
- E vi devo dire anche una cosa importante: tra i messaggi meravigliosi della Regina della pace ce n’è uno che prediligo, ed è quello del giorno di Natale del 1997, eccolo:
“Cari figli, anche oggi gioisco con voi e vi invito al bene. Desidero che ognuno di voi mediti e porti la pace nel cuore e dica: “Io desidero mettere Dio al primo posto nella mia vita”. Cari figlioli, ognuno di voi diventerà Santo.
Dite, figlioli, ad ognuno: “Ti voglio bene!”. E questi vi ricambierà con il bene. Ed il bene, figlioli, dimorerà nel cuore di ogni uomo.
Stasera, figlioli, vi porto il bene di mio Figlio, che ha dato la sua vita per salvarvi. Perciò, figlioli, gioite e tendete le mani a Gesù , che è solo Bene.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata!”.
Messaggio della Regina della pace a Marja e a Jakov il giorno di Natale 2013 http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=12035

-Sappiate infine che Gesù e la Mamma del Cielo vi amano assai, vi proteggono e vi benedicono sempre. E anche io vi voglio bene e vi benedico nel loro Santissimo Amore. Tvb! Io prego ogni giorno per te, per ognuno di voi, e vi chiedo una preghiera anche per me. Vi voglio bene, vi abbraccio e vi benedico, uno per uno, in Gesù e Maria. Pace e gioia sempre!
Don Armando Maria (è il mio nome del Battesimo e don Raffaele è il nome religioso) Loffredi o.s.b. silv.donarmando@silvestrini.org
- ti offro la mia amicizia su fb: https://www.facebook.com/don.maria.5 -

(*) Nelle diverse stazioni della mia vita di 49 anni di sacerdozio ho incontrato tanti cari fratelli e sorelle cha amo e che porto nel cuore, nella preghiera e che sempre benedico, nell’attesa di incontrarci poi lassù in Cielo dove vivremo tutti risorti in Cristo e tutti assieme nella gioia del Paradiso per sempre: La mia prima esperienza pastorale risale al 1967-68 a Casal Palocco e Infernetto - Bassano Romano, - Saluggia (Vc), - Giulinova, - Chia –Santarello presso Soriano nel Cimino sulla Via Ortana, - Nazzano Romano, - Locri e ad Africo Nuovo, - Alta Valle Maggia (Svizzera Ti): Cavergno, Bignasco, Brontallo, Fusio…, - Mugnano di Lucca - Corfino e Canigiano in Alta Garfagnana (Lucca), - Roma est nella parrocchia di N. S. di Czestochowa, - Matelica, e nella parrocchia della Madonna delle Grazie a Braccano di Matelica, dove sono Amministratore parrocchiale.

-Ed ecco ora la Santa Parola di Dio di oggi con il bel commento sapienziale del caro don Carlo De Ambrogio, fondatore del Gam (gioventù ardente mariana), che è stato un vero uomo di Dio e sacerdote santo. Ho avuto la grazia di conoscerlo e di seguirlo, per ben 4 anni, assieme ai miei ragazzi della scuola negli anni ’70 a Roma nei bei Cenacoli Gam:
Prima Lettura
Dal libro del profeta Isaia (66,18-21)
Così dice il Signore: «Io verrò a radunare tutti i popoli e tutte le lingue; essi verranno e vedranno la mia gloria. Io porrò in essi un segno e manderò i loro supèrstiti alle genti, ai lidi lontani che non hanno udito parlare di me e non hanno visto la mia gloria; essi annunzieranno la mia gloria alle nazioni. Ricondurranno tutti i vostri fratelli da tutti i popoli come offerta al Signore, su cavalli, su carri, su portantine, su muli, su dromedari al mio santo monte di Gerusalemme, dice il Signore, come i figli di Israele portano l'offerta su vasi puri nel tempio del Signore. Anche tra essi mi prenderò sacerdoti e leviti».

* La finale del libro del Terzo Isaia canta la promessa indefettibile di Dio per tutta l'umanità: la raccolta di tutti i popoli nel suo Regno. Il Profeta scavalca le rovine e le umiliazioni di Gerusalemme e la vede centro e cuore dei cieli nuovi e della terra nuova. La notizia per cui anche dalle file dei popoli pagani verranno «scelti sacerdoti e leviti» suona sconvolgente agli orecchi ebrei. Si delineano chiari gli orizzonti di un sacerdozio universale nel quale trova posto ogni uomo.

Salmo Responsoriale (dal Salmo 116)
Ti adoreranno, Signore, tutti i popoli della terra.
Lodate il Signore, popoli tutti,
voi tutte, nazioni, dategli gloria.
Forte è il suo amore per noi
e la fedeltà del Signore dura in eterno.

Seconda Lettura
Dalla lettera agli Ebrei (12,5-7.11-13)
Fratelli, avete dimenticato l'esortazione a voi rivolta come a figli: «Figlio mio, non disprezzare la correzione del Signore e non ti perdere d'animo quando sei ripreso da lui; perché il Signore corregge colui che egli ama e sferza chiunque riconosce come figlio».
È per la vostra correzione che voi soffrite! Dio vi tratta come figli; e qual è il figlio che non è corretto dal padre? In verità, ogni correzione, sul momento, non sembra causa di gioia, ma di tristezza; dopo però arreca un frutto di pace e di giustizia a quelli che per suo mezzo sono stati addestrati. Perciò rinfrancate le mani cadenti e le ginocchia infiacchite e fate passi diritti con i vostri piedi, perché il piede zoppicante non abbia a storpiarsi, ma piuttosto a guarire.

* La prova è una correzione simile a quelle che ogni fanciullo riceve dal padre. «Disprezzare la correzione» o «perdersi d'animo» di fronte alla prova, sono due atteggiamenti che vanno ugualmente evitati: uno è presunzione, l'altro è defezione; tutti e due rivelano il male di fondo che è nell'uomo, cioè l'orgoglio.

Canto al Vangelo
Alleluia, alleluia, alleluia.
Tutti i popoli, dall'oriente all'occidente,
siederanno a mensa nel regno di Dio.
Alleluia.

Vangelo
† Dal vangelo secondo Luca (13,22-30)
In quel tempo, Gesù passava per città e villaggi, insegnando, mentre era in cammino verso Gerusalemme. Un tale gli chiese: «Signore, sono pochi quelli che si salvano?».
Rispose: «Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, vi dico, cercheranno di entrarvi, ma non ci riusciranno. Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: Signore, aprici. Ma egli vi risponderà: Non vi conosco, non so di dove siete. Allora comincerete a dire: Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze. Ma egli dichiarerà: Vi dico che non so di dove siete. Allontanatevi da me voi tutti operatori d'iniquità! Là ci sarà pianto e stridore di denti, quando vedrete Abramo, Isacco e Giacobbe e tutti i profeti nel regno di Dio, e voi cacciati fuori.
Verranno da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio. Ed ecco, ci sono alcuni tra gli ultimi che saranno primi e alcuni tra i primi che saranno ultimi».

* Non ci si deve chiedere se saranno pochi o molti a raggiungere la salvezza; piuttosto ognuno metta tutto l'impegno per conseguirla. E lo faccia subito mentre la predicazione di Gesù e il suo invito al pentimento hanno spalancato la porta della dimora celeste, cioè del Regno di Dio. L'ingresso va conquistato con ogni sforzo, perché la porta del Regno di Dio si apre solo a coloro che hanno la ferma volontà di convertirsi. C'è pericolo di giungere troppo tardi, di lasciar passare il tempo utile.

SPUNTI DI RIFLESSIONE
Dipende da te
Ciò che colpisce nella risposta di Gesù alla domanda che gli è rivolta, è l'affermazione categorica che la salvezza dipende dall'uomo. Sforzarsi di entrare dalla porta stretta senza riuscirvi è indice di un mancato atteggiamento di vigilanza, come i servi o le vergini stolte della parabola (cf Mt 25). E non vale chiedere l'olio per accendere la propria lampada quando lo Sposo è ormai giunto (la morte arriva sempre di sorpresa!).
E non vale nemmeno vantare in quell'ora qualche opera buona fatta in tale o tal'altra occasione: Dio è un Dio geloso (cf Dt 4,24) e dell'uomo vuole tutto, cioè il pensiero, il cuore, le intenzioni, i desideri. L'alternativa alla salvezza è la «dannazione». Gesù ne parla e la descrive con un realismo impressionante. «Non so di dove siete», egli dirà agli operatori di iniquità.
L'inferno è:
- essere cacciati fuori, lontano dal Volto di Dio, mentre l'uomo è fatto per il Volto;
- è pianto, cioè disperazione, mentre l'uomo è fatto per la gioia e la comunione;
- è stridore di denti, cioè odio e totale ripiegamento su di sé, mentre l'uomo è fatto per l'amore e la totale apertura agli altri. L'elegia funebre dell'inferno in Apocalisse 19,21-24, ne traccia una visione agghiacciante: silenzio di incubo («il canto degli arpisti in te non si udrà più»); noia e monotonia («lo strepito della màcina in te non si udrà più»); tenebre, buio fitto («la luce della lampada in te non brillerà più»); odio puro («la voce dello sposo e della sposa in te non si udrà più»).
Gesù vi aggiunge una specificazione: l'invidia cupa e autodistruttrice, quella stessa che rode Satana di fronte agli uomini che rifiutano di mettersi al suo seguito. Ma la porta stretta del Regno di Dio è spalancata per tutti: sedere a mensa con Gesù nel Regno del Padre deve essere il sogno che tiene desto il cristiano ad ogni ora della vita.

LA PAROLA PER ME OGGI
Le prove della fede e le persecuzioni fanno parte della pedagogia del Padre Celeste: egli corregge e punisce i suoi figli per educarli meglio. La correzione ha un timbro medicinale; amara al primo gusto, porta poi effetti meravigliosi di santità e di giustizia. Solo la preghiera illumina l'azione di Dio nella nostra esistenza e ce la fa intravedere. Occorre lasciare a Dio la guida completa della nostra vita, credendo che Egli è Padre e che come Padre ci ama.

LA PAROLA SI FA PREGHIERA
O Padre, che chiami tutti gli uomini per la porta stretta della croce al banchetto pasquale della vita nuova, concedi a noi la forza del tuo Spirito, perché, unendoci al sacrificio del tuo Figlio, gustiamo il frutto della vera libertà e la gioia del tuo regno. (dalla Colletta)

Gocce di luce - 22 agosto 2010 "Quanti si salveranno, Signore?" http://www.goccediluce.org/gocce2010_agosto.php
"Mia piccola Maria, sì che ti faccio dono continuo della mia Parola! É simile ad un fiore che germoglia già durante la Santa Messa e che si apre nel cuore, si spalanca nella sua fioritura completa nella Santa Comunione, dando così tutta la sua essenza, il suo profumo, la sua bellezza, per far sì che, tramite te, i miei figli possano gustarne.

Stasera nel Vangelo mi si chiede: "Quanti si salveranno, Signore?". Io dico: "figli, la salvezza è per tutti, per tutti è aperto il Regno, e ad ognuno Iddio ha fissato il posto; ma molti, molti non vi entreranno. Il Padre vi aveva già dato, per amore e in modo gratuito, il Paradiso terrestre, che era già Cielo nel quale poter conversare con Lui, nel quale niente era mancante e la gioia era piena. L'uomo ha preferito credere ed ascoltare la voce del nemico, che ha infettato con il suo veleno, ed è entrata la morte. Iddio però vuole i suoi figli tutti salvi, e per questo manda Me. Io sono divenuto lo strumento, la chiave che lo riapre, che vi offre il Cielo.

In quella notte del Getzemani, tra i dolori più cocenti e i tormenti, cosa credete che mi abbia fatto sudare Sangue? Dovevo bere il calice ricolmo delle nefandezze, dello sterco, della putredine che infesta nell'uomo, sapendo che lo avrei bevuto non solo per chi si sarebbe salvato, ma per i tanti per i quali sarebbe stato inutile, per quelli che avrebbero rifiutato e reso vano tanto supplizio. Il mio Sacrificio accoglie e si apre per dare a tutti la possibilità del Regno: a tutti, nessuno escluso.

Io mi faccio Porta perché vi possiate tornare. Io mi faccio Porta perché vi possiate accedere ed entrare.

Ora però, figli miei, vi è richiesta la vostra piccola parte, la vostra sofferenza, il biglietto che dovete pagare per entrarvi. Dovete portare riflessa in voi la mia somiglianza, la mia Immagine; ed Io sono il Crocifisso, perché possiate essere riconosciuti come mia appartenenza ed accedere. Io vi dirò:" Entrate, figli miei, siete parte di Me e giusti eredi della mia Casa!".

La Croce, anime mie, vi serve per prendere i miei lineamenti, per acquisire i mie meriti; senza di essa vi discostate da Me, cadete, siete preda di nuovo del raggiro, del morso velenoso del serpente e ne portate il suo male, ne assimilate i tratti. Per questo molti, venendo alla mia porta e bussando, non li riceverò: non è riflessa la mia Persona, non possono entrare. Si sono fatti stranieri, assimilando l'altro, che hanno asservito con piaceri e diletti, con l'ingiustizia, il rifiuto di Dio e l'apostasia, con l'oppressione ai fratelli e il male fatto nel peccato, e non lavato nel mio Sangue, non purificato nella mia Misericordia, per cui è rimasto tale, non giustificato; può solo scendere negli inferi ove le grida bestiali non hanno fine e l'oscurità e il terrore è perenne, pur se poco o nulla la Chiesa ne fa memoria dell'inferno. Io vi dico: "Accoglietemi, vivetemi, per entrare nella mia porta, vivetemi per amare, e avrete il Regno". Ti benedico".


Cenacolo GAM | Chi Siamo | La "Comunità Consacrati del GAM"
www.cenacologam.it
Sito ufficiale del Cenacolo GAM

Carissimi/e, vi consiglio di leggere anche -GOCCE di LUCE – Gesù parla ad un’anima: Questi insegnamenti spirituali li ricopio, mese per mese, letteralmente, così come sono stati scritti nel quaderno di una mamma di famiglia, che è casalinga. Ella vive in povertà e nel totale nascondimento. Si tratta di locuzioni interiori, di cui ella viene privilegiata, da anni. Gesù le parla al cuore durante il ringraziamento alla Santa Comunione Eucaristica, e la chiama:”mia piccola Maria”. Le parole di Gesù le giungono come Gocce di luce, e in una grande pace, nel cuore. Poi ella scrive tutto sul suo quaderno, e in fretta, perché a casa deve preparare la cena per la sua famiglia.
Questo dono non è soltanto per suo beneficio spirituale, ma è per la Chiesa, è per tutti, e specialmente per noi sacerdoti. E’ per questo che mi sono deciso, dopo aver pregato, riflettuto e dopo essermi consigliato, a farlo conoscere.
Quest’anima la seguo spiritualmente da più di 10 anni, e posso garantire, davanti a Dio e alla mia coscienza, sulla sua sincerità, sulla sua vita cristiana. Le Gocce di luce, volta per volta, vengono sempre consegnate regolarmente alla Santa Madre Chiesa.

”Gocce di luce - Gesù parla ad un’anima” Presentazione: http://www.goccediluce.org/forum/viewtopic.php?t=8992&sid=5f67e397b0c86f5a7fe7c399d4c661ad
-Sito ufficiale internet di "Gocce di luce – Gesù parla ad un'anima": http://www.goccediluce.org/

- GOCCE DI LUCE su Gloria tv:
http://gloria.tv/?user=221045
http://gloria.tv/?media=293044
http://gloria.tv/?media=320090
http://it.gloria.tv/?media=164312
http://gloria.tv/?media=301833

- GOCCE DI LUCE su BLOGSPOT: http://legoccediluce.blogspot.it/
- Gocce di luce su Facebook: Gocce di luce e don Armando Maria: http://www.facebook.com/don.maria.5

-GOCCE di LUCE – Gesù parla ad un'anima: INDICE GENERALE http://www.goccediluce.org/indice.php http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=11450

- GOCCE DI LUCE - AUDIO https://www.youtube.com/channel/UClsjWtr__pKQ9kb_yv2F2Yg

-Gocce di luce – Gesù parla ad un'anima - Ecco come fare per acquistare alcuni volumi di Gocce di luce: http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=11197
-GOCCE di LUCE e il CUORE IMMACOLATO di MARIA http://www.goccediluce.org/gocce_cuoreimmacolato.php

Sappiamo che la Santa Chiesa, dopo le grandi prove, è destinata a trionfare e ciò avverrà tramite il Cuore Immacolato di Maria. Lo ha detto la Madonna a Fatima: “Finalmente il mio Cuore Immacolato trionferà e ci sarà la pace!”. E le Gocce di luce che dicono al riguardo?... Ecco qui una bella raccolta di Gocce di luce mariane che ci illuminano sul mistero di Maria e del suo Cuore di Mamma al quale vi affido e vi consacro per sempre:
http://www.goccediluce.org/gocce2013_maggio.php
31 maggio 2009 "Cosa è il trionfo del Cuore Immacolato di Maria se non la vita nuova che si vivrà sulla terra nello Spirito Santo? http://www.goccediluce.org/gocce_cuoreimmacolato.php

-GOCCE di LUCE e il Rosario:
http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=11940


-GOCCE DI LUCE – Gesù parla ad un’anima - giugno 2013 “Venite al tabernacolo! Sono l'Innamorato che arde di nostalgia ed attende con trepidazione l'arrivo dell'amato!” http://www.goccediluce.org/gocce2013_giugno.php

-Agosto 2013 – “Preparatevi al combattimento, preparatevi alla persecuzione poiché, per la mia Parola di salvezza, vi faranno guerra!” - http://www.goccediluce.org/gocce2013_agosto.php
-Gocce di luce – Gesù parla ad un’anima:7 dicembre 2011 "Tuffatevi nelle acque di Maria!" http://www.goccediluce.org/gocce2011_dicembre.php
-8 dicembre 2011"Maria è: "la Tutta Incarnata in Dio ed è l'Incarnante dei suoi figli"
http://www.goccediluce.org/gocce2011_dicembre.php
-GOCCE di LUCE - Gesù parla ad un'anima - settembre 2013 http://www.goccediluce.org/gocce2013_settembre.php "I venti impetuosi della guerra, per la preghiera, si placheranno, ma poi torneranno di nuovo ad innalzarsi a causa dell'uomo"
-GOCCE DI LUCE - ottobre 2013 “Mai come in questo periodo il messaggio di Fatima è attuale, non superato, e ancora non compiuto, come invece molti affermano” http://www.goccediluce.org/gocce2013_ottobre.php
-GOCCE di LUCE – Gesù parla ad un’anima - Novembre 2013 "La Madonna è fondamentale nel cammino dell'esistenza del cristiano; non potete da soli. Io stesso, nella mia umanità, ne ho fatto ricorso e ne ho avuto bisogno" http://www.goccediluce.org/gocce2013_novembre.php
-Gocce di luce – Gesù parla ad un’anima - La fine di questo tempo malvagio e la rinascita dell’umanità: 27 giugno 1996 "Io ritorno nel mio Amore e nella mia Giustizia… In quelli che vi sembreranno giorni terribili non uscite di casa" http://www.goccediluce.org/gocce1996_giugno.php
-7 dicembre 2008 "Lei raduna il 'piccolo resto', rimasto fedele e vi aiuta" http://www.goccediluce.org/gocce2008_dicembre.php
-24 gennaio 2009 "Io sono la Misericordia, ma anche la Giustizia" http://www.goccediluce.org/gocce2009_gennaio.php
-30 settembre 2009 "La terra verrà attaccata dal diavolo fortemente" http://www.goccediluce.org/gocce2009_settembre.php
-9 novembre 2009 "La Croce apparirà, in alto nei Cieli, radiosa e splendente" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php
- 13 novembre 2009 "Ci sarà una spaccatura nell'umanità: che segue il bene e chi il male" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php

-15 novembre 2009 "Ora viene la fine di questo tempo malvagio" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php
-16 novembre 2009 "Gli uomini non comprendono più il senso del bene e del male" http://www.goccediluce.org/gocce2009_novembre.php
-16 maggio 2010 "Verrò con una nuova discesa dello Spirito Santo,
che avvolgerà il mondo” http://www.goccediluce.org/gocce2010_maggio.php
-17 giugno 2010"Tornerà, tornerà Elia con il suo fuoco…" http://www.goccediluce.org/gocce2010_giugno.php
-29 giugno 2010 "Gli inferi non prevarranno!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_giugno.php
-3 luglio 2010"Tornerò, figlia mia! Mi sono posto in cammino per raggiungervi" -13 luglio 2010 "Guai a te, oggi, Roma, guai a te, Gerusalemme!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
-29 luglio 2010 "Questo libro è mia opera e sarà segno di divisione" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
-30 luglio 2010 "Questo libro farà un gran bene" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
-31 luglio 2010 "E Io sarei un 'guaio’? La mia Parola può essere e portare guai?!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_luglio.php
-25 novembre 2010"La vostra liberazione è vicina! La Babilonia, la grande, sta per cadere" http://www.goccediluce.org/gocce2010_novembre.php
- 10 dicembre 2010 -Voi dite: "Signore, ci vogliono segni grandiosi, portentosi…!".
Io vi dico: "Verranno anch'essi!" http://www.goccediluce.org/gocce2010_dicembre.php
-15 dicembre 2010 "Ancora tornerò sulla terra per proclamare che il Signore è presente" http://www.goccediluce.org/gocce2010_dicembre.php

-Gocce di luce di aprile 2016 – Gesù parla ad un’anima:
“In ogni Eucaristia avviene il prodigio dell’Incarnazione”
http://www.goccediluce.org/gocce2016_aprile.php
-Gocce di luce di maggio 2016 – Gesù parla ad un’anima: http://www.goccediluce.org/gocce2016_maggio.php
“Il Padre Celeste ancora manderà suo Figlio, Me, ma non più come Creatura nella Carne, ma nello Spirito: uno Spirito di Fuoco, che purificherà, bruciando ciò che è secco, marcio o ormai corroso, ma sanerà ciò che, pur malato, è curabile”
-LA SACRA SCRITTURA COMMENTATA dal Servo di Dio don Dolindo Ruotolo:
- 1 – Prefazione di don Dolindo: http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=12653
- 2 – Introduzione: http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=12654
- 3 – Introduzione generale al Pentateuco e al Genesi: http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=12655
- 4 - Genesi I – Creazione del sole, della luna e delle stelle: http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=12706
- 5 - Genesi capitolo I -Creazione delle piante-D. Dolindo Ruotolo: http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=12699
- 6 - Creazione dei pesci, degli uccelli e degli altri animali: http://innamoratidellamadonna.it/forum/viewtopic.php?t=12713

-FATIMA: i canti bellissimi del Santuario http://www.servizioapostolatofatimasabina.it/

- Si sta avvicinando “L’ORA DI MARIA”!... “L’Ora di Maria” si sta avvicinando sempre più e già sul monte Benedetto, tra le belle montagne intorno a Merano, è sorta una Cappella in onore della Regina della pace, segno visibile d’amore e di pace, uscito dal cuore semplice di una piccola mamma umile e nascosta: Margherita Marsura. E già tanta gente sale fin lassù per respirare la pace nel cuore con la recita devota del Santo Rosario, proprio come amava fare mamma Margherita, che ora è in Cielo. E da lassù ella ci sorride e prega per noi, per la Chiesa Santa di Dio e per il mondo intero.
Ecco qui il suo prezioso Diario: http://www.m-bz.net/ar3/marsura/

GOCCE DI LUCE – giugno 2016 http://www.goccediluce.org/gocce2016_giugno.php
“Io sono la Risurrezione! Sono nato per portare risurrezione non solo nella facoltà dell’esistenza corporale, ma Io entro in essa per conformarla alla mia natura divina”
_________________
Gesù e la Mamma Celeste vi amano assai e vi benedicono; e anche io, nel loro Santissimo Amore vi voglio bene e vi benedico per intercessione del Cuore Immacolato di Maria: nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Don Armando Maria
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> LA COMUNITA' DEGLI INNAMORATI DELLA MADONNA E DEL CUORE DI GESU' Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group